Prove Penetrometriche

Le penetrometriche possono essere sostanzialmente di due tipi:

  • Prove dinamiche
  • Prove statiche

La prova penetrometrica dinamica consiste nell’infiggere nel terreno una punta conica (per tratti consecutivi d) misurando il numero di colpi N necessari.

La prova penetrometrica statica o CPT consiste nella misura della resistenza alla penetrazione nel terreno di una punta conica standardizzata che viene infissa nel terreno con un martinetto meccanico o idraulico. Possono essere utilizzate in tutti i terreni ad eccezione dei depositi ghiaiosi o in terreni sabbiosi ad alta densità.
Le prove penetrometriche possono essere correttamente utilizzate eseguendo qualche sondaggio a carotaggio continuo in adiacenza.

Normativa di riferimento

  • A.G.I. – (1977) Raccomandazioni sulla Programmazione ed Esecuzione delle Indagini Geotecniche.
  • ISSMFE ISSMFE Technical Committee on Penetration Testing (1988) Dynamic Probing (DP) Technical Committee on Penetration Testing (1988) Dynamic Probing (DP)
    International Reference Test Procedure
  • ASTM D3441-86 “Deep quasi-static, cone and friction cone penetration tests of soil”.

L’attrezzatura di p q prova e le modalità esecutive saranno conformi a quanto specificato nel seguito. L’Impresa Esecutrice potrà impiegare attrezzature con caratteristiche
rispondenti ad una delle norme specificate.